Italia: Grande azienda con 26 raid per smantellare una rete pedopornografica

IL polizia italiana ha proceduto oggi a tre arresti e per 26 raid in sette diverse regioni del paese, con l’obiettivo di smembrare rete pedopornografica che operava su internet. Uno è stato arrestato sacerdote nella sua area più ampia Napoli, un tecnico informatico fuori da Bari e, nella sua periferia settentrionale μοντίου, un giovane che, quando era ancora minorenne, aveva creato un sito web a pagamento per lo scambio di materiale pedopornografico. In totale sono stati inviati 26 citazioni in giudizio scusandosi per il possesso e lo scambio di materiale pedopornografico, mentre migliaia di foto e video sono stati sequestrati. Le indagini sono durate otto mesi e la polizia in Italia si finsero pedofili per raccogliere prove preziose. Secondo i pm, “Alcune delle immagini sono orribile, con abusi sessuali anche su bambini appena nati”. “Ci vorranno almeno due settimane prima che polizia e magistratura possano controllare tutto il materiale sequestrato oggi”. scrivono i media italiani.

Novità di oggi:

Università- “professore in truffa”, promesso investimenti “d’oro”, strappati 15 milioni di euro

“Vedeva nemici ovunque, aveva fatto causa in tutto il mondo”, dice la sua ex compagna Klondiana Cello

Lo scandalo delle lobby sciocca i conservatori in Gran Bretagna

Seguilo protothema.gr su Google News e sii il primo a conoscere tutte le novità

Vedi tutte le ultime notizie dalla Grecia e dal mondo, nel momento in cui accadono, su Protothema.gr

.cnt”, “bottoming”: true, “offTop”: “.header”,”window”: 639 }”>

Adriana Zampa

"Fanatico del caffè. Amante dei viaggi professionista. Esploratore sottilmente affascinante. Nerd zombi. Creatore malvagio. Appassionato appassionato di musica."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *